Informativa sull'utilizzo dei cookie (provvedimento 8 maggio 2014).

 

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici, per i quali non è previsto il preventivo consenso degli utenti. Per informazioni dettagliate sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

Trail di Bozz (Tràil di Bòzz) - Arsago Seprio (VA) - Domenica 18/02/2018

Nella nebbia del parco del Ticino due argenti per Valetudo-Serim con Rossi e Bazzana

Outdoor gold per De Gregorio e Bianchi

Arsago Seprio domenica 18 febbraio. Novecento anime hanno animato l’edizione 2018 del trail di bòzz equamente distribuite nel trail lungo di 25 km per un d+ 400 mt. e il mini trail di 12 km per 200 d+. I percorsi disegnati da Insubria sky team sono zero asfalto e si snodano sui sentieri dei boschi del parco del Ticino e tra le numerose pozze d’acqua disseminate negli avvallamenti delle mini colline della pianura varesina. La gara lunga è partita dal centro sportivo di Arsago Seprio alle ore 10.00 mentre la corta si è animata alle ore 10.30 in un freddo umido da pelle d’oca con la complicità di una sgradevole nebbia padana. Nella lista partenti della 25k molti erano i pretendenti alla medaglia d’oro ma dopo i primi km di riscaldamento si è formato al comando della gara maschile un duello molto interessante dal punto di vista tecnico tra lo skyrunner Valetudo-Serim Bazzana Fabio e il bresciano specialista della skyrace Filippo Bianchi. I due si sono espressi ai massimi livelli per il loro grado di allenamento specifico per le gare estive tra le montagne d’alta quota, Bianchi nel finale ha dimostrato, sul percorso veloce del Bòzz, di essere più in palla rispetto a un Bazzana proteso ad una preparazione puntigliosa per le skymarathon, Fabio nel chilometro finale ha pagato l’appesantimento sulle leve per i lavori sui lunghi nei giorni precedenti il Bòzz. Al di là delle considerazioni tecniche Filippo Bianchi ha vinto meritatamente con il crono di 1h34’16” ad una media di crociera che sfiora i 16 km orari, argento per Bazzana Fabio in 1h34’20” terzo Rinaldi Stefano team Eolo 1h38’00”, quarto Danilo Brambilla dei Falchi di Lecco 1h39’11” 5° Macchi Andrea team Eolo 1h40’08” 6° Parravicini Daniele 1h40'45" team Happy runner club, al settimo e ottavo posto due forti bergamaschi Riccardo Faverio G.S. Orobie 1h40’54” e il Valetudo-Serim Belinghieri Clemente 1h42’10”. Nella gara femminile 25k spumeggiante prova della Valetudo-Serim Maria Eugenia Rossi partita in quarta per mettere in cantiere un proficuo allenamento per le gare di skyrunning della stagione estiva che verrà, Rossi è stata al comando per nove km poi la più esperta De Gregorio Elisabetta, più volte vincitrice del Bòzz, ha avuto il sopravvento e si è involata con autorità verso il traguardo finale. Di Gregorio ha vinto il trail in 2h2’39” argento con le bollicine per Maria Eugenia in 2h04’56” e bronzo per Giuditta de Vecchi 2h07’40”, buon settimo posto per l’ultra runner Valetudo-Serim Arrigoni Giuliana 2h17’20”. Ha partecipato al trail 12k Giorgio Pesenti.


19/02/2018 Cronaca di  Giorgio Valetudo-Serim